Info generali


 

  • Il percorso della Protesi di Anca

  • Il percorso della Protesi di Ginocchio

  • La "Day Surgery"


 

La “Day Surgery”
é un nuovo modello di organizzazione degli interventi chirurgici. Concentra il massimo della efficienza e della qualità professionale nel tempo strettamente necessario, in modo da consentire al Paziente il ritorno alla propria abitazione, in perfette condizioni, nel giorno stesso in cui è stato operato. Negli U.S.A. e nel nord Europa questo modello organizzativo è molto diffuso e copre oltre il 60% di tutta la Chirurgia. In Italia i Centri dedicati esclusivamente alla “Day Surgery”sono ancora pochi, sia privati che pubblici, ma questo tipo di chirurgia sta comunque crescendo in maniera esponenziale.

In regime di “Day Surgery” si possono condurre anche operazioni che fino a pochi anni fa comportavano un ricovero di alcuni giorni. Ciò è reso possibile da due fattori: dalle moderne tecniche chirurgiche atraumatiche e sotto ingrandimento ottico che riducono drasticamente l'edema dei tessuti e quindi il dolore post-operatorio e dalle recenti tecniche anestesiologiche sia periferiche che generali che permettono rapidi recuperi della autosufficienza.

La “Day Surgery”, per raggiungere i suoi standard di risparmio economico e ottimizzazione dei risultati e del percoso clinico, deve essere eseguita solo in strutture  realizzate a questo scopo e con personale adeguatamente preparato.

Prima dell'operazione
Lo specialista con la prima visita indica se e quale operazione é più appropriata.
Gli esami preoperatori (esami del sangue, ECG, ) sono necessari solo per le operazioni più impegnative o nei pazienti anziani o con postumi di malattie importanti; di solito sono consigliati dall'Anestesista e si possono eseguire nella struttura stessa. Si debbono indossare abiti comodi, larghi, che possono infilarsi sopra a fasciature e stecche gessate (pullover, maglie, tute da ginnastica).
E' opportuno essere a digiuno da 6-8 ore. Bisogna essere accompagnati; non si deve guidare l'auto al ritorno.

Prima dell'intervento si verrà introdotti in uno spazio personale dove è presente un letto (per le operazioni dell'arto inferiore) o una poltrona (per gli interventi all'arto superiore); qui si toglieranno gli abiti e si indosserà un camice. L'anestesista provvederà a questo punto ad eseguire la analgesia più appropriata e preventivamente decisa insieme al paziente.

Quando l'anestesia sarà completa si verrà introdotti in Sala Operatoria: questa è stata espressamente studiata per garantire il massimo della sicurezza tecnologica (con attrezzature e strumenti dell'ultima generazione) ed una atmosfera rassicurante e serena per ridurre l'ansia del Paziente e quindi anche il bisogno di farmaci (calmanti).


Dopo l'intervento
il Paziente torna nel suo spazio personale dove viene controllato, confortato , fino a completa ripresa della autonomia. Soltanto quando si è certi di questa, il Paziente viene dimesso: verrà accompagnato dal Parente con auto propria o con un taxi. Nei giorni successivi dovrà seguire i consigli e le prescrizioni fornite al momento della dimissione; viene fissato il nuovo appuntamento per la medicazione.

Viene rilasciata copia della cartella clinica su richiesta dell'Interessato. In ogni caso rimangono a disposizione di contatto telefonico sia un Chirurgo che un Anestesista sempre reperibili nelle 24 ore dopo l'intervento.